POLI: “Milinkovic è partito male per il Mondiale. Mihajlovic? Dipende dalle richieste”


Colui che con un gol portò la Lazio a vincere i famosi spareggi di Napoli contro il Campobasso Fabio Poli, ha parlato ai microfoni di Lazio Style facendo un punto della situazione

Fabio Poli su Lazio-Bologna

“Lazio-Bologna è stata una bella partita da vedere, hanno fatto festa tutti e meglio di così non poteva essere. Sono innamorato di Correa, ha tante qualità e se cresce ancora può stupire tutti. Deve imparare ad avere maggiore cattiveria vicino alla porta, ma dalle qualità che ha in attacco lo si può far giocare un po’ dove si vuole, contro il Bologna ha fatto un gol da attaccante vero”.

Su Milinkovic-Savic
Milinkovic è partito male, per via del mondiale, ma ha finito alla grande. Può fare ruoli diversi e aiutare la squadra in difesa. Si deve completare perché è ancora molto giovane, e mi dispiace che venga accostato alla Juve, è un giocatore immenso. Riuscire a fare quello che lui con quella stazza fisica non è facile, è un segno del fatto che abbia qualità straordinarie, ha ancora tempo per fare esperienza e affinare il suo gioco”.

Su Mihajlovic
In questo momento è difficile capire cosa possa fare Mihajlovic, so solo che tutti i bolognesi vorrebbero la sua conferma, ma ciò dipende anche dalle richieste che gli potrebbero arrivare e dalle garanzie che gli darà il presidente. Ha lavorato sulla testa e sul fisico dei giocatori, il Bologna non correva e non pressava prima di lui, poi ha acquisito determinazione. Ha rigenerato un po’ tutto l’ambiente dando anche un gioco alla squadra”.

Sul calciomercato
 “Di Dijks posso solo parlare bene, da quando è arrivato Mihajlovic ha fatto grandi cose. È un giocatore su cui bisogna lavorare a livello difensivo. Lazzari non è male, ha corsa e riesce a fare entrambe le fasi con grandi qualità. Di Lorenzo mi sembra un ottimo giocatore, ha fatto un grande campionato ma molto dipende da quali siano i progetti della Lazio. Se vuole competere per la Champions allora ci vuole un’altra qualità, anche se questi giocatori non sono male. Lazzari per quello che ha fatto vedere non è più una scommessa, ma giocare nella SPAL e giocare nella Lazio sono due cose diverse”.

Sulla Champions League
“Mi sembra strano che l’Inter non abbia la forza per battere l’Empoli e andare in Champions, credo che si decida tutto tra Atalanta e Milan. I nerazzurri si meritano il quarto posto”.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: