Roma ancora al tappeto: la Lazio Under 14 di Rocchi trionfa nel campionato regionale

Dopo il successo di mercoledì sera in Coppa Italia contro l’Atalanta, la Lazio ha un altro motivo per gioire. L’Under 14 di Tommaso Rocchi ha, infatti, vinto il campionato regionale battendo in finale nel derby la Roma.

In campo per i giallorossi anche il figlio di Francesco Totti, presente alla partita per vedere proprio il primo genito Cristian, entrato nei quindici minuti finali del match, il quale non ha potuto evitare la sconfitta della sua Roma. Tale padre, tale figlio insomma, una Coppa in faccia anche per lui, se vogliamo proprio essere cattivi fino in fondo.

Di seguito il comunicato della società capitolina:

L’Under 14 biancoceleste vince il campionato regionale Elite di categoria. Quest’oggi la formazione della Prima Squadra della Capitale guidata da Tommaso Rocchi ha sfidato la Roma nella finale dei play-off. I biancocelesti, dopo aver sconfitto il Frosinone nella semifinale, ha superato la formazione giallorossa con un secco 3-0. A portare in vantaggio la Lazio è stato Nazzaro che, da posizione molto defilata, è riuscito a superare l’estremo difensore avversario con un tiro che si è insaccato sotto la traversa. Il raddoppio laziale è arrivato al 20’ con Cannatelli, capitalizzatore di un’azione ben manovrata dai ragazzi di Rocchi. Il numero 7 della Lazio ha superato Mengucci con un diagonale ben calibrato. Infine, nella ripresa, è stato Giranelli a fissare il risultato sul 3-0: subentrato proprio nel secondo tempo, il numero 14 biancoceleste ha colpito nell’area di rigore avversaria con uno splendido colpo di testa consegnando alla Lazio il titolo regionale. 

Di seguito il tabellino e le dichiarazioni dei protagonisti:

Under 14 | Play-off | Finale

LAZIO-ROMA 3-0

Marcatori: 12’ Nazzaro (L), 20’ Cannatelli (L), 57’ Giranelli (L)

LAZIO: Magro, Iobbi, Milani, Nazzaro, Dutu, Petta, Cannatelli, Di Venanzio (53’ Giranelli), Brasili (63’ Reddavide), Di Tommaso (66’ Mazzola), Zanchetta (53’ Oliva). 

A disp.: Polidori G., Pancaro, Armini, Peroni, Ghione.

All.: Rocchi

ROMA: Mengucci, Mulè, Bouah, Rozzi, Morganti, Touadi (66’ Totti), Cipoletti (48’ Cichella), Guglielmelli, Bolzan (58’ Vadalà), Graziani (60’ Pellegrino), Poletta. 

A disp.: Guerrieri, Quadraccia, Romano R., Arciero, Romano A.. 

All.: Rubinacci

Al termine della sfida, il tecnico della Lazio Tommaso Rocchi è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM:

“È bellissimo vincere questo campionato, i ragazzi hanno disputato un ottimo percorso iniziato da agosto, non abbiamo mai perso nella Regular Season, il derby poi è sempre una sfida sentita, inoltre c’è l’emozione e la tensione di ragazzi che hanno 14 anni. La squadra è stata brava, ha giocato un ottimo primo tempo poi siamo stati bravi a mantenere la lucidità e la freddezza di colpire ancora. Nel corso della stagione, abbiamo disputato tante ottime partite contro squadre di livello come Real Madrid, Inter e Torino.  La finale secca è sempre particolare, può essere decisa da episodi, l’errore che può cambiare la partita è sempre dietro l’angolo, ci sono anche stanchezza e dispersione di energie ma, nonostante questo, abbiamo disputato un primo tempo  positivo, nella ripresa siamo rientrati forti del doppio vantaggio ma ci siamo abbassati troppo, abbiamo giocato qualche palla lunga di troppo poi ci siamo rimessi a posto ed abbiamo segnato il terzo gol. Il mio premio è nel quotidiano e nel trasmettere il massimo ai ragazzi, migliorandomi anche io giorno dopo giorno. Non è un lavoro sempre lice ma ho voglia e passione, stare in campo mi rende felice ed orgoglioso di quello che sto facendo. Creando un rapporto nasce una confidenza speciale con i ragazzi però è importante anche per loro avere una figura di importante, di riferimento, che ha giocato a calcio: cerca di trasmettere loro tutto quello che ho vissuto, chiedo a loro cose che ho vissuto sulla mia pelle ed è bello condividerle con loro. Mi piace anche commentare le partite, sono contento che la Lazio abbia vinto la Coppa Italia ed io abbia portato bene. Per tutto quello che ho fatto in biancoceleste, sono felice di essere stato anche ambasciatore della finale. La Lazio è sulla mia pelle”.

Nel post partita di Lazio-Roma, il difensore biancoceleste Damiano Giranelli è intervenuto ai microfoni di sslazio.it

“Ho vissuto un’emozione unica perché siamo partiti molto carichi sin dall’inizio per giocare una gara molto importante. Sono entrato segnando e sono esploso dalla gioia, questo gruppo si merita il massimo perché abbiamo dato tutto per arrivare a questa finale di campionato”.

Anche il capitano della Lazio Giordano Cannatelli ha rilasciato una breve intervista al portale ufficiale biancoceleste: 

“Abbiamo svolto una grande prestazione, nel primo tempo abbiamo giocato meglio. Abbiamo espresso le nostre trame di gioco con palla a terra creando molte occasioni da gol. Siamo molto felici di aver sfruttato alcune occasioni, ci eravamo prefissati quest’obiettivo sin dall’inizio e per questo motivo oggi è molto bello alzare questa coppa. Già dalla preparazione volevamo arrivare in questa finale, siamo cresciuti gara dopo gara grazie all’aiuto del mister, delle partite disputate in campionato ed a quelle disputate nei tornei. Meritavamo questa vittoria, siamo un gruppo forte”.

Fonte: Ufficio Stampa SS Lazio

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: